WELFARE AZIENDALE

Home / Weblizar Portfolio / WELFARE AZIENDALE
WELFARE

LE NOVITÀ IN MATERIA DI WELFARE E PRODUTTIVITÀ

A partire dal 2016, il Legislatore ha introdotto diversi incentivi fiscali e previdenziali per rilanciare e sostenere la produttività in azienda e facilitare l’utilizzo del welfare contrattuale.

In particolare:
Detassazione e parziale decontribuzione del premio di produttività a seguito del raggiungimento di obiettivi aziendali previsti negli accordi sindacali di secondo livello; Possibilità di sostituire il premio in forma monetaria in welfare aziendale; Ampliamento dei benefit esentasse e decontribuiti che possono comporre un piano di welfare aziendale previsto in un accordo di secondo livello o in un regolamento aziendale.

I BENEFICIARI: I LAVORATORI

Premi di produttività

  • Titolari di reddito di lavoro dipendente (esclusi lavoratori a progetto, i.e. amministratori).

Welfare aziendale

  • Lavoratori dipendenti (anche titolari di redditi assimilati ai redditi di lavoro dipendente).

ATTUAZIONE DELLE NOVITÀ INTRODOTTE

  • Per accedere ai vantaggiosi benefici fiscali e previdenziali, l’erogazione del premio deve essere previsto in apposito accordo sindacale di secondo livello.
  • Per accedere ai vantaggiosi benefici fiscali e previdenziali, l’erogazione dei benefit deve essere prevista alternativamente:
  1. Con apposito accordo sindacale di secondo livello;
  2. Con apposito regolamento aziendale;
  3. Volontariamente.

I VANTAGGI PER LE IMPRESE

L’erogazione dei premi e l’attuazione dei piani di welfare aziendale permettono all’impresa di fruire di diversi vantaggi
(fiscali e previdenziali).

Premi di produttività

  • Deduzione IRAP corrispondente agli importi erogati a titolo salario di produttività;
  • Deduzione IRES/IRPEF dell’intero ammontare dei premi di produttività;
  • Parziale esonero contributivo della quota a carico del datore di lavoro.

Piani di welfare aziendale

  • Integrale deducibilità IRES/IRPEF per i costi sostenuti per l’erogazione dei benefit (in presenza di accordo di secondo livello o regolamento aziendale);
  • Parziale deducibilità IRES/IRPEF per i costi sostenuti per l’erogazione volontaria dei benefit aventi finalità sociale;
  • Parziale o totale esonero contributivo della quota a carico del datore di lavoro in relazione ai benefit erogati.

I VANTAGGI PER I LAVORATORI

L’erogazione dei premi e l’attuazione dei piani di welfare aziendale permettono ai lavoratori di fruire di diversi vantaggi.

Premi di produttività

  • Imposta sostitutiva del 10% dell’IRPEF e delle relative addizionali per i premi:
  1. di ammontare non superiore ad euro 3.000,00 lordi;
  2. di titolari di redditi di lavoro dipendente di ammontare non superiore a 80.000 al lordo del premio di produttività, ma al netto dei contributi previdenziali.
  • In caso di sostituzione del premio in forma monetaria con somme, valori, servizi ed opere di cui all’art. 51, comma 2 e ultimo periodo del comma 3 (ovvero con welfare aziendale) che non concorrono alla formazione del reddito di lavoro dipendente e, quindi, nemmeno alla determinazione delle somme assoggettate all’imposta sostitutiva le somme o i valori.
  • Aspetti previdenziali: contribuzione piena se il premio è erogato in forma monetaria. Quando vi è coinvolgimento paritetico dei lavoratori, decontribuzione totale per la quota del lavoratore sui primi 800,00 euro di premio. Se il premio è sostituito in welfare aziendale, i benefit prescelti sono esenti ai fini previdenziali.

Piani di welfare aziendale

  • i benefit prescelti sono esenti totalmente o parzialmente ai fini fiscali e previdenziali.
× Per le aziende che volessero ricevere informazioni finalizzate all'attivazione di un piano di welfare aziendale si richiede necessariamente la compilazione del form qui sotto in ogni sua parte. L’Ente provvederà ad inviare la documentazione necessaria e una versione dimostrativa della piattaforma welfare dedicata.



APPROFONDIMENTI
Date 03 Nov 2017 Categories HOMEWELFARE AZIENDALE Author @ENBIC Skills WELFARE AZIENDALE