Soluzione tampone per le anomalie del sistema Unilav

Sembra che i tecnici ministeriali, a seguito delle segnalazioni ricevute (si veda il Sole 24 Ore del 23 e 24 gennaio ), abbiano verificato che qualcosa non funziona perfettamente nell’assetto del nuovo Unilav. I campi che stanno dando filo da torcere agli operatori sono quelli legati all’inquadramento contrattuale e alla retribuzione in caso di lavoratori part time. Nel modello è stato reso operativo un algoritmo che, inserendo il Ccnl, il livello e l’orario, determina …

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Articoli Recenti

Al datore l’onere della prova

In un momento storico così
particolare, nel pieno della
seconda ondata dell’emergenza
epidemiologica provocata
dal Covid-19, torniamo
a riflettere, timidamente, sul
licenziamento per giustificato
motivo oggettivo.

LEGGI L'ARTICOLO »